Consorzio Bioenergia
archivio: maggio 2010
20
mag

La nuova direttiva comunitaria sulla prestazione energetica nell’edilizia, dopo il nulla osta del Parlamento europeo, sarà pubblicata a breve sulla Gazzetta Ufficiale della UE.

Il documento, partendo – fra gli altri – dai presupposti che

Gli edifici sono responsabili del 40% del consumo globale di energia nell’Unione. Il settore è in espansione, e ciò è destinato ad aumentarne il consumo energetico. Pertanto, la riduzione del consumo energetico e l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili nel settore dell’edilizia costituiscono misure importanti necessarie per ridurre la dipendenza energetica dell’Unione e le emissioni di gas a effetto serra.

La gestione del fabbisogno energetico è un importante strumento che consente all’Unione di influenzare il mercato mondiale dell’energia e quindi la sicurezza dell’approvvigionamento energetico nel medio e lungo termine.

Il Consiglio europeo del marzo 2007 ha sottolineato la necessità di aumentare l’efficienza
energetica nell’Unione per conseguire l’obiettivo di ridurre del 20% il consumo energetico
dell’Unione entro il 2020,

promuove il sostanziale miglioramento della prestanza energetica degli edifici, e riguarda

a) il quadro comune generale di una metodologia per il calcolo della prestazione
energetica integrata degli edifici e delle unità immobiliari;
b) l’applicazione di requisiti minimi alla prestazione energetica di edifici e unità
immobiliari di nuova costruzione;
c) l’applicazione di requisiti minimi alla prestazione energetica di:

i) edifici esistenti, unità immobiliari ed elementi edilizi sottoposti a
ristrutturazioni importanti;
ii) elementi edilizi che fanno parte dell’involucro dell’edificio e hanno un impatto
significativo sulla prestazione energetica dell’involucro dell’edificio quando
sono rinnovati o sostituiti; nonché
iii) sistemi tecnici per l’edilizia quando sono installati, sostituiti o sono oggetto di
un intervento di miglioramento;

d) i piani nazionali destinati ad aumentare il numero di edifici a energia quasi zero;
e) la certificazione energetica degli edifici o delle unità immobiliari;
f) l’ispezione periodica degli impianti di riscaldamento e condizionamento d’aria negli
edifici; e
g) i sistemi di controllo indipendenti per i certificati di prestazione energetica e i
rapporti di ispezione.

In generale, la metodologia di calcolo (allegato I: «quadro comune per il calcolo della prestazione…») prevede una differenziazione basata sia sulle specificità climatiche del luogo in cui sorge l’edificio, sia sulla sua tipologia.
Il quadro regola anche l’individuazione degli gli «edifici a energia quasi zero»: dal 2020, difatti, tutte le nuove costruzioni dovranno rientrare in questa categoria; per gli edifici pubblici, il termine sarà anticipato di due anni (cfr. articolo 9).

categoria - normative e regolamenti | Blog
14
mag

Diventa legge il ddl Comunitaria 2009. Dopo diverse navette, mercoledì scorso il testo ha ricevuto l’approvazione definitiva del Senato, che ha accolto gli emendamenti presentati alla Camera. Confermata con l’articolo 17 la semplificazione delle procedure a sostegno delle energie alternative. Sarà sufficiente la DIA, denuncia di inizio attività, per l’installazione di impianti con capacità di generazione fino a 1 Mw elettrico, così come indicato dal Decreto Legislativo 387/2003.

[da Edilportale]

[ddl Comunitaria 2009 >, ddl 387/2003 >]

categoria - normative e regolamenti | rinnovabili | Blog
6
mag

Le nuove regole del fotovoltaico italiano dovrebbero finalmente arrivare entro le prossime settimane. Dall’Italian Pv Summit 2010, preambolo del  Solarexpo di Verona, il sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico con delega all’energia, Stefano Saglia, ha rassicurato l’industria del settore sulla tabella di marcia prevista dal Governo.

Il via libera definitivo ai provvedimenti per cui si è creata l’attesa maggiore, ossia le linee guida per le fonti rinnovabili e il nuovo conto energia per il fotovoltaico, dovrebbe concretizzarsi prima della prossima riunione della Conferenza Stato-Regioni tra maggio e giugno.

[da «Il Sole 24 Ore»]

categoria - mercato energetico | normative e regolamenti | rinnovabili | Blog
3
mag

gb

Geotermia srl, co-fondatrice di Consorzio Bioenergia, sarà fra gli espositori di Greenbuilding Expo, mostra-convegno internazionale su efficienza energetica e architettura sostenibile, in programma dal 5 al 7 maggio alla fiera di Verona in contemporanea a Solarexpo, l’evento internazionale su energie rinnovabili e generazione distribuita.

Greenbuilding rappresenta un appuntamento significativo per il mondo dell’architettura e del costruire, concepiti secondo le regole dell’efficienza e dell’innovazione tecnologica. L’evento, giunto alla sua quarta edizione, si pone come la vetrina per l’eccellenza del mercato per promuovere sempre di più un’edilizia low carbon, in accordo con le nuove tendenze del costruire a livello internazionale.

indicazioni per raggiungere lo stand | sito ufficiale dell'evento].

categoria - consorzio bioenergia | eventi | rinnovabili | Blog